Attività

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

INTRODUZIONE
La presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento degli Affari Regionali - ha approvato l’istituzione degli Sportelli Linguistici su progetto della Regione Molise intitolato “Progetto Unico Regionale” artt. 9 e 15 legge 482 del 1999, ideato ed elaborato dalla professoressa Fernanda Pugliese D’Angelo. La Giunta Regionale del Molise attraverso la procedura del Bando Pubblico ha selezionato il personale adottando il criterio preferenziale per gli addetti già formati nell’ambito dei master For-in-Forma svolti ai sensi della Legge 482 negli anni 2001- 2002 in collaborazione con l’Università del Molise.

Il PROGETTO
Il progetto di durata annuale è stato rielaborato e ripresento negli anni successivi, fino al 2010, ottenendo adeguati contributi finanziari. L’impianto progettuale prevede il funzionamento di 7 sportelli: 4 per la lingua arbëreshe (a Campomarino, Montecilfone, Portocannone, Ururi) e 3 per la lingua croata (ad Acquaviva Collecroce, Montemitro e San Felice del Molise) al fine di garantire l’uso orale e scritto della stessa presso l’Ufficio di relazioni con il pubblico (Urp) e nelle aree funzionali omogenee, sia nell’ambito dei servizi amministrativi, sociali e culturali. Gli sportelli comunali costituiscono i sette satelliti di uno sportello linguistico polifunzionale, concepito come un centro unico di riferimento regionale a carattere scientifico, finalizzato alla normalizzazione delle due lingue minoritarie croata ed arbëresh. Lo sportello polifunzionale centrale coordina l’attività degli sportelli periferici. La sede unica, è stata ufficialmente identificata presso il Comune di Montecilfone, in quanto geograficamente posta al centro delle due aree linguistiche, ed anche per la disponibilità dichiarata dall’Amministrazione comunale. Il funzionamento dello sportello regionale è affidato ad una equipe di esperti, due per l’area croata e due per l’area arbëreshë, selezionati anch’essi con bando pubblico. Gli Sportelli comunali e lo Sportello regionale sono stati coordinati dal responsabile scientifico del progetto professoressa Fernanda Pugliese, fino al 2009. Dal 2010 il referente degli sportelli è la dottoressa Angela Carafa, nominata dall’Amministrazione comunale di Montecilfone in qualità di Comune capofila. A partire dal 2010 la Regione Molise ha sdoppiato il Progetto Unico Regionale riferito al’esercizio finanziario 2006, assegnando le risorse a due comuni capofila: Montecilfone per l’area linguistica arbëreshë e Acquaviva Collecroce per l’area linguistica croata. Tra le attività progettuali previste, importante è il compito affidato alla sezione che curerà le attività di diffusione e promozione della legge 482 del 1999 per rendere visibili e fruibili le opportunità offerte dal provvedimento legislativo, realizzabili di concerto con i mass media. Rilevante è anche l’ideazione e la realizzazione della cartellonistica bilingue ad uso degli uffici pubblici, prioritariamente delle scuole nei paesi di lingua minoritaria ed ogni altra forma espositiva rivolta al pubblico.

I MASTER FORMATIVI
Tutti i progetti attuativi degli Sportelli Linguistici sono stati ideati con una logica di prosecuzione e successione delle due iniziative che negli anni precedenti hanno mirato prioritariamente ai master di perfezionamento post universitario per la formazione degli addetti. I Master sono stati realizzati negli anni 2004 e 2005 di concerto con l’Università del Molise. Sono stati svolti a Termoli e si sono conclusi con la discussione di una tesi finale su argomenti trattati nei corsi e concordati con i docenti responsabili degli stages. I frequentanti che hanno sostenuto l’esame finale sono stati complessivamente 70. I lavori realizzati dai corsisti, sono stati pubblicati nell’ambito di una collana di studi giuridico-linguistici.

LA FORMAZIONE
La Formazione è un altro importante segmento del progetto Sportelli linguistici. La formazione continua è ritenuta indispensabile e in ogni annualità progettuale la formazione è adeguata alle esigenze degli addetti. I moduli formativi del progetto in corso per l’area arbëreshë sono 4 per un totale di 120 ore e seguono un calendario elaborato dal Coordinatore Scientifico. Le lezioni sono tenute da docenti ed esperti di nota professionalità e chiara fama.

Sportello Linguistico

Lo Sportello Linguistico Regionale(SLR) per le minoranze linguistiche storiche del Molise, nasce per tutelare le comunità di lingua e cultura Arberesche;  (Campomarino-Motecilfone-Portocannone-Ururi) e quelle di lingua e cultura Croata (Acquaviva Collecroce-Montemitro-San Felice del Molise)